Venerdì 15 e martedì 19 ottobre, nella sala teatro “Ugo Marzuillo” del Comprensivo Giacomo Leopardi si sono tenuti due incontri rivolti ai ragazzi delle classi quinte della scuola primaria con la Polizia di Stato su tematiche inerenti la sicurezza in rete.

L’appuntamento di oggi fa parte di un’articolata programmazione che vede il nostro Comprensivo impegnato proattivamente sulle tematiche di e-Policy, con attività di informazione e prevenzione del disagio legato all’utilizzo delle nuove tecnologie. 

Gli incontri, organizzati dalla prof.ssa Maria De Ponte, referente scolastica per le attività di prevenzione e contrasto al Bullismo e Cyberbullismo si sono svolti con la collaborazione del locale Commissariato della Polizia di Stato di Torre del Greco diretto dal Dirigente dott.ssa  Antonietta Andria.

Ha introdotto l’incontro il nostro Dirigente Scolastico prof.ssa Olimpia Tedeschi che ha salutato gli ospiti con l’Inno di Mameli cantato dai ragazzi ed accompagnato dalla tromba del prof. Catello Atorino.

I relatori: l’Assistente capo dott.ssa  Giuseppina Iaccarino, l’assistente capo coordinatore Claudio Picarelli, il Sovraintendente capo Giuseppe Borrelli e il Sostituto Commissario Dott. Massimo Iacopino hanno argomentato sulla sicurezza in rete, sui tranelli del web, sui rischi legati alle diffusioni di immagini ed alle precauzioni da adottare per diventare buoni e consapevoli cittadini digitali.

Hanno inoltre supportato l’incontro le docenti Claudia Raiola referente del plesso Giovanni Paolo II, la docente Ylenia Buono referente del plesso Maria Montessori ed il collaboratore Vincenzo Ascione che ha curato le attività audio-video dell’incontro.

Le attività di ricerca ed i cartelloni prodotti ed esposti nel corso dell’evento sono state curate dalle docenti: Giusy Esposito, Roberta del Prete, Giovanna Russo, Angela Faneli, Nunzia Balzano e Raffaella di Salvatore.

 

il tavolo con i relatori

i ragazzi delle classi quarte e quinte

cartelloni

cartelloni

cartelloni

cartelloni

i relatori della Polizia di Stato

i ragazzi delle classi quarte e quinte