1
Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale
Avviso pubblico per la realizzazione di reti locali, cablate e wireless, nelle scuole
Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e
ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) –
REACT EU
Asse V – Priorità d’investimento: 13i – (FESR) “Promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della
pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente
dell’economia” – Obiettivo specifico 13.1: Facilitare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia –
Azione 13.1.1 “Cablaggio strutturato e sicuro all’interno degli edifici scolastici”
Art. 1 – Finalità dell’Avviso pubblico
Il presente Avviso è finalizzato alla realizzazione di reti locali, sia cablate che wireless, all’interno
delle istituzioni scolastiche. L’obiettivo è quello di dotare gli edifici scolastici di un’infrastruttura di rete
capace di coprire gli spazi didattici e amministrativi delle scuole, nonché di consentire la connessione
alla rete da parte del personale scolastico, delle studentesse e degli studenti, assicurando, altresì, il
cablaggio degli spazi, la sicurezza informatica dei dati, la gestione e autenticazione degli accessi. La
misura prevede la realizzazione di reti che possono riguardare singoli edifici scolastici o aggregati di
edifici con il ricorso a tecnologie sia wired (cablaggio) sia wireless (WiFi), LAN e WLAN.
L’intervento è finanziato con i fondi resi disponibili dal Regolamento (UE) n. 2020/2221 del
Parlamento europeo e del Consiglio del 23 dicembre 2020, che modifica il regolamento (UE) n.
1303/2013 per quanto riguarda le risorse aggiuntive e le modalità di attuazione per fornire assistenza
allo scopo di promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia
(REACT-EU), nell’ambito del Programma operativo nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti
per l’apprendimento” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).
Tale misura, in complementarietà con il Piano Scuola per la banda ultra larga del Ministero dello
sviluppo economico, che prevede di collegare gli edifici scolastici entro il 2023 fino a 1 Gigabit/s in
download e banda minima garantita pari a 100Mbit/s simmetrica, intende consentire a tutte le istituzioni
scolastiche statali di poter fruire di adeguati livelli di connettività ai fini didattici e amministrativi.
L’intervento è, altresì, ricompreso all’interno del complessivo Piano nazionale di ripresa e
resilienza (PNRR), di cui al regolamento UE n. 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del
12 febbraio 2021.
Art. 2 – Beneficiari dell’Avviso
1. Sono ammessi a partecipare al presente Avviso le istituzioni scolastiche statali e i Centri provinciali
per l’istruzione degli adulti (CPIA), appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania,
Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte,
Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.
2. Ciascuna istituzione scolastica statale può presentare una sola candidatura.
2
Art. 3 – Tipologie di intervento per la realizzazione di reti locali, cablate e wireless, nelle scuole
1. Gli interventi ammissibili prevedono la realizzazione o il potenziamento delle reti locali cablate e
wireless degli edifici scolastici, utilizzate dalle scuole a fini didattici e amministrativi, comprensivi di
fornitura di materiali e strumenti per la realizzazione di cablaggi strutturati, fornitura e installazione
di apparati attivi, switch, prodotti per l’accesso wireless, dispositivi per la sicurezza delle reti e servizi,
compresi i dispositivi di autenticazione degli utenti (personale scolastico e studenti), fornitura e
installazione di gruppi di continuità, posa in opera della fornitura ed eventuali piccoli interventi
edilizi strettamente indispensabili e accessori.
2. Sono ammissibili, nei limiti di spesa definiti dal successivo articolo 6, i servizi di progettazione delle
reti, di collaudo e di assistenza al collaudo, di eventuale dismissione dell’esistente, di configurazione
degli apparati acquistati e degli accessi, di manutenzione, assistenza e gestione fino al massimo di un
anno dalla data di realizzazione, addestramento e formazione del personale interno della scuola
all’utilizzo delle reti realizzate.
3. Gli interventi devono assicurare il cablaggio degli spazi didattici e amministrativi delle scuole,
consentire la connessione alla rete, in modalità wired e/o wireless, dei dispositivi utilizzati dai docenti,
dal personale scolastico, dalle studentesse e dagli studenti, anche attraverso la gestione e
autenticazione degli accessi, nel rispetto delle norme vigenti in materia di accessibilità ai sistemi
informatici e telematici della Pubblica Amministrazione, di tutela della privacy e di sicurezza
informatica dei dati, nonché delle norme vigenti in materia di protezione dell’ambiente e di
risparmio energetico.
4. All’atto della candidatura, ciascuna istituzione scolastica compila, tramite l’apposita piattaforma, i
dati di adesione richiesti per la realizzazione o il potenziamento delle reti, sulla base del relativo
elenco degli edifici scolastici di competenza, provvedendo contestualmente alla generazione del
Codice unico di progetto (CUP), secondo la procedura indicata nello specifico manuale operativo
dell’avviso.
5. Ai sensi dell’articolo 55, comma 1, lettera b), punto 4), del decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77,
attualmente in corso di conversione, le istituzioni scolastiche beneficiarie di risorse destinate al
cablaggio e alla sistemazione degli spazi delle scuole possono procedere direttamente all’attuazione
dei suddetti interventi di carattere non strutturale, previa comunicazione agli enti locali proprietari
degli edifici.
6. Gli interventi per la realizzazione di reti locali, cablate e wireless, nelle scuole dovranno essere
realizzati, collaudati e conclusi con tempestività e comunque entro e non oltre il 31 dicembre 2022.
Art. 4 – Massimali di spesa per gli interventi
1. La candidatura presentata dall’istituzione scolastica, nel rispetto dei vincoli di partecipazione di cui
all’articolo 2 del presente Avviso, non potrà superare l’importo complessivo che sarà indicato all’atto
dell’accesso sul sistema informativo di presentazione della candidatura stessa.
2. L’importo totale del finanziamento per ciascuna istituzione scolastica è determinato tenendo conto
del numero complessivo degli studenti iscritti, come risultanti all’anagrafe presso il Ministero
dell’istruzione, e del numero degli edifici scolastici attivi di competenza dell’istituzione scolastica,
come risultanti dall’anagrafe dell’edilizia scolastica.
3. Tutti i costi sono da considerarsi I.V.A. inclusa.
Art. 5 – Termini e modalità di presentazione della candidatura
1. La presentazione della proposta progettuale avviene accedendo nell’apposita area all’interno del sito
dedicato al PON “Per la Scuola”, denominata “Gestione degli Interventi” (GPU), collegandosi al
seguente indirizzo: http://www.istruzione.it/pon/ e compilando i dati richiesti per l’adesione.
2. Per ogni istituzione scolastica sono abilitati, in automatico dal SIDI, sia il Dirigente scolastico sia il
Direttore dei servizi generali e amministrativi che, selezionando il link “Gestione degli interventi” e
3
utilizzando le credenziali con cui accedono a tutti i servizi informatici del Ministero dell’istruzione,
entrano nel Sistema GPU. Una volta effettuato il login al Sistema GPU, DS e DSGA potranno
procedere alla compilazione della scheda anagrafica individuale, propedeutica a qualsiasi altra
attività, e alla verifica della correttezza dei dati inseriti nella scheda anagrafica della scuola.
3. La procedura di presentazione della candidatura si articola nelle seguenti fasi:
a. compilare i campi con i dati necessari sul Sistema GPU;
b. procedere alla generazione del CUP, inserendolo all’interno dello specifico campo della
candidatura, secondo le indicazioni contenute nell’apposito manuale presente al seguente
link: https://www.istruzione.it/pon/ponkit_disposizioni.html e sulla base dell’apposito template;
c. scaricare una copia della candidatura dopo averla inoltrata su GPU;
d. firmare digitalmente la candidatura senza apportare a quest’ultima alcuna modifica. Si
ricorda che il progetto può essere firmato dal Dirigente scolastico o, su sua delega, dal
DSGA e che il file deve essere esclusivamente in formato .pdf o .pdf.p7m. o .p7m);
e. allegare la candidatura firmata digitalmente sul “sistema finanziario” secondo le seguenti
istruzioni:
i. selezionare il link “Gestione Finanziaria” presente alla pagina
http://www.istruzione.it/pon/, utilizzando le credenziali SIDI e accedendo al menù
“servizi” del SIDI;
ii. accedere all’area “Gestione Finanziario-Contabile” e all’applicazione “Sistema
Informativo Fondi (SIF) 2020”;
iii. dal menu funzioni è disponibile, sotto la voce “Candidature”, la funzione “Trasmissione
candidature firmate”;
iv. in fase di trasmissione, superati i controlli di validità del file, il progetto sarà
protocollato;
v. dalla stessa funzionalità la scuola può visualizzare il codice di protocollo assegnato e la
relativa data.
4. Le indicazioni operative per il caricamento a sistema dei dati richiesti e per la trasmissione della
candidatura firmata digitalmente sono contenute in appositi strumenti di supporto pubblicati sul
sito del PON “Per la scuola” al link: http://www.istruzione.it/pon/. Sul portale
http://pon20142020.indire.it/portale è possibile altresì accedere al manuale di supporto e contattare il
servizio di assistenza tecnica on line per il caricamento della proposta progettuale.
5. Si precisa che le attività relative alla presentazione della candidatura sulla piattaforma non rientrano
tra le attività retribuibili a valere sul progetto stesso.
6. Le istituzioni scolastiche devono acquisire da parte del Consiglio di Istituto e del Collegio Docenti
l’autorizzazione alla partecipazione all’avviso in questione, mediante delibera di adesione generale
alle Azioni del Programma operativo nazionale ovvero, in assenza di quest’ultima, una specifica
determinazione per il presente avviso. Tenuto conto del particolare periodo emergenziale, tali
deliberazioni possono essere acquisite anche in una fase successiva.
Art. 6 – Spese ammissibili ed erogazione dei finanziamenti
6.1 – Articolazione dei costi del progetto
1. In fase di candidatura l’Istituzione scolastica convalida, unitamente al progetto, un quadro
economico preliminare che rispetta la seguente percentuale di ripartizione dei costi:
,
L’area del sistema informativo predisposta alla presentazione delle proposte (GPU) e quella del
sistema Informativo Fondi (SIF) predisposta per la trasmissione delle candidature firmate
digitalmente resteranno entrambe aperte dalle ore 12.00 del giorno 27 luglio 2021 alle ore 12.00
del giorno 14 settembre 2021.
4
Voci di costo Percentuali previste
A. Progettazione 10% (max)
B. Spese organizzative e gestionali 3% (max)
C. Forniture e servizi almeno 85%
D. Pubblicità 0,5% (max)
E. Collaudo/regolare esecuzione 1,5% (max)
2. All’atto della candidatura il sistema definisce automaticamente il riparto del totale del finanziamento
attribuibile a ciascuna istituzione scolastica sulla base delle percentuali previste al comma 1. Dopo
l’autorizzazione del progetto e in fase esecutiva, sarà possibile modificare l’importo di tutte le voci
di costo, fermi restando i limiti percentuali di spesa previsti. In nessun caso può essere diminuita la
percentuale relativa alla voce di costo C.
3. L’attività alla pubblicizzazione ex post (cfr. par. 6.2, lettera D) riconducibile alla voce di costo
“Pubblicità” è obbligatoria; di conseguenza la scuola che intenda azzerare l’importo ad essa
associata, dovrà comunque garantire adeguate forme di pubblicità.
6.2 – Tipologie di spese ammissibili per voci di costo
A. Progettazione
La progettazione consiste nell’insieme delle attività propedeutiche all’emanazione dell’avviso
pubblico/richiesta di offerta/trattativa diretta/ordine di acquisto e del relativo disciplinare e capitolato
tecnico per l’acquisto dei beni e dei servizi e deve essere assicurata da personale interno o esterno
all’istituzione scolastica in possesso di specifica professionalità in relazione alla progettazione di reti
locali cablate e wireless.
B. Spese organizzative e gestionali
Si tratta di spese funzionali alla gestione e attuazione del progetto e includono:
 compensi per il personale scolastico e per i soggetti coinvolti a vario titolo nell’attuazione dei
progetti (es. gestione del sistema informativo, attività connesse alla stesura degli atti di gara,
adempimenti operativi, relazioni con l’Ufficio dell’Autorità di Gestione);
 spese per la copertura assicurativa dei beni acquistati;
 spese per le spedizioni postali.
C. Forniture e servizi
Oggetto del presente avviso è la fornitura di beni e servizi per la realizzazione di reti locali, cablate e
wireless, negli edifici scolastici, attraverso gli strumenti messi a disposizione dalla CONSIP S.p.A. (es.
Convenzioni Consip, MEPA tramite ODA o RDO o Trattativa Diretta, etc.), secondo la normativa
vigente. Le procedure di affidamento delle forniture e dei servizi possono riguardare:
 fornitura di materiali e strumenti per la realizzazione di cablaggi strutturati e relativa posa in
opera;
 fornitura e installazione di apparati attivi, switch, prodotti per l’accesso wireless, dispositivi per la
sicurezza delle reti e servizi, compresi i dispositivi di autenticazione degli utenti (personale
scolastico e studenti), relativa posa in opera e configurazione degli apparati acquistati e degli
accessi;
 fornitura e installazione di gruppi di continuità;
 assistenza al collaudo ed eventuale dismissione dell’esistente;
 servizio di manutenzione, assistenza e gestione delle attrezzature e degli apparati oggetto delle
forniture, fino al massimo di un anno dalla data di realizzazione, acquistabili nei limiti delle
risorse disponibili e da fatturare all’istituzione scolastica in una unica soluzione
contestualmente alla conclusione positiva del collaudo;
5
 addestramento e formazione del personale interno della scuola all’utilizzo delle reti realizzate;
 eventuali piccoli interventi edilizi strettamente indispensabili e accessori alla realizzazione delle
reti nel limite massimo del 20% della quota destinata alla stessa voce “Forniture e servizi”.
D. Pubblicità
Il corretto adempimento rispetto agli obblighi di pubblicità costituisce una condizione imprescindibile
di ogni intervento finanziato con i Fondi strutturali e deve essere programmata a livello di singolo
intervento. Per ogni progetto cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo o del Fondo Europeo di
Sviluppo Regionale, il beneficiario è tenuto a svolgere una specifica azione di informazione,
sensibilizzazione e pubblicità. Sussiste, altresì, l’obbligo di apposizione di targhette con logo, codice
progetto e indicazione del fondo su tutti i beni acquistati con il FESR. Le relative specifiche tecniche
sono disponibili al seguente link: https://www.istruzione.it/pon/ponkit.html.
E. Certificato di collaudo, verifica di conformità o di regolare esecuzione
A seguito della realizzazione della rete locale, l’istituzione scolastica provvede al rilascio dei certificati di
collaudo, di verifica di conformità o dei certificati di regolare esecuzione.
6.3 Spese ammissibili: precisazioni generali
1. In merito alle spese ammissibili si precisa che:
a. non sono ammessi gli acquisti di dispositivi digitali fissi o mobili terminali quali, a titolo
esemplificativo, notebook, tablet, schermi interattivi, stampanti, comprese tutte le relative
periferiche, centralini e apparecchi telefonici o altra attrezzatura analoga;
b. non sono, altresì, ammessi gli acquisti di cancelleria e materiale di facile consumo.
6.4 Spese cumulative
Le spese (ad esempio di pubblicità e del personale di segreteria), che possono essere effettuate
cumulativamente per più progetti, dovranno essere imputate nei limiti dei massimali di spesa previsti
dall’iniziativa oggetto del presente Avviso. La relativa fattura, pertanto, deve riportare l’indicazione del
codice del progetto con la relativa quota parte di spesa.
Art. 7 – Requisiti di ammissibilità
1. Sono ammesse alla selezione le candidature che:
a. provengano dalle istituzioni scolastiche di cui all’articolo 2 del presente Avviso;
b. siano presentate attraverso il caricamento e la trasmissione tramite le piattaforme GPU e
SIF, nel rispetto dei termini previsti dal presente avviso per cui fa fede l’inoltro on line;
c. presentino il formulario on line compilato in ciascuna sezione. Le candidature accettate sono
solo quelle pervenute attraverso la piattaforma GPU e successivamente firmate digitalmente
e trasmesse tramite SIF; non saranno accettate candidature trasmesse in altra modalità;
d. abbiano acquisito il Codice unico di progetto (CUP), che dovrà essere riportato su tutti i
documenti relativi alla procedura di attuazione;
e. non superino l’importo massimo stabilito per il progetto, secondo quanto previsto
dall’articolo 4, comma 2, del presente avviso;
f. dichiarino di essere in possesso dell’approvazione del conto consuntivo da parte degli
organi competenti relativo all’ultimo anno di esercizio utile disponibile, tenuto conto
dell’attuale situazione di emergenza, a garanzia della capacità gestionale dei soggetti
beneficiari richiesta dai regolamenti dei Fondi strutturali europei.
2. La mancanza di uno solo dei suddetti requisiti comporta la non ammissibilità dell’istituzione
scolastica al finanziamento oggetto del presente avviso.
6
Art. 8 – Selezione delle candidature
1. La selezione delle candidature avverrà secondo la modalità “a sportello”.
2. Saranno ammesse a finanziamento le candidature che rispettino i requisiti di cui all’articolo 7 del
presente avviso, verificati dopo la scadenza dei termini tramite sistema informativo, sulla base
dell’ordine cronologico della data e dell’orario di presentazione delle stesse, fino al limite delle risorse
disponibili.
3. All’esito delle suddette operazioni sarà pubblicato l’elenco delle scuole, con candidatura regolare,
ammesse al finanziamento.
4. Qualora, dopo la scadenza per la presentazione delle candidature di cui all’articolo 5, comma 3,
residuassero risorse ancora da assegnare per la misura in oggetto, il Ministero dell’istruzione potrà
definire una nuova finestra di apertura dello “sportello”, riservata alle istituzioni scolastiche statali
non finanziate durante la fase precedente.
Art. 9 – Informazioni generali
I dati contenuti nelle varie proposte saranno trattati secondo quanto previsto dal decreto
legislativo 10 agosto 2018, n. 101. Il Responsabile del trattamento dei dati è la Direzione Generale per i
fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale.
Responsabile del procedimento è la dott.ssa Simona Montesarchio, Direttore della Direzione
Generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale del Ministero
dell’istruzione.
Informazioni e chiarimenti devono essere richiesti esclusivamente attraverso il servizio di ticketing
accessibile attraverso il sistema GPU. Non sarà data risposta a quesiti pervenuti con altri mezzi.
IL DIRETTORE GENERALE
Simona Montesarchio