Anche quest’anno, nonostante le difficoltà inevitabilmente derivate dalla didattica a distanza, si è riusciti a mantenere un contatto con i ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità coinvolti nel progetto Maestra-Natura rivolto a tante scuole italiane (classi della primaria e secondaria di primo grado). Il progetto, a cui sta aderendo la nostra scuola da qualche anno, dà modo ai giovani  di riflettere in modo critico su abitudini consolidate riguardanti l’alimentazione e lo spreco alimentare. Inoltre dà la possibilità ai ragazzi più grandi di riflettere sul concetto di biodiversità: le differenza tra le persone dal punto di vista fisico, ma anche nel modo di pensare e di vedere le cose, sono una ricchezza per la nostra specie ed una garanzia per la sua sopravvivenza. Nonostante quest’anno, a causa dell’emergenza Covid, non siano stati possibili gli incontri in presenza con i ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità previsti dal progetto, i ragazzi hanno potuto seguire un percorso formativo, mediante la piattaforma predisposta dall’I.S.S., che li ha accompagnati verso un atteggiamento di consapevolezza e di riflessione critica non solo nei confronti delle tematiche trattate. E’ da considerare particolarmente rilevante, in questo periodo così delicato, far sorgere nei ragazzi la consapevolezza di quanto sia importante che il singolo individuo, attraverso la cultura e la corretta informazione, faccia la propria parte con il proprio contributo personale di pensiero.